Privacy Policy - Informativa breve

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie. Continua.

(Per visualizzare l'informativa completa Clicca qui)

Annulla

Pubblicata il: 02/02/2017

POLIUREA: una tecnologia sostenibile

Da indagini statistiche risulta che oltre il 50% delle problematiche in edilizia riguarda problemi d’infiltrazioni e più del 60% di queste cause è dovuto a problemi nello strato impermeabilizzante. Dati statistici che sono da ricollegare a:

-       TECNICHE COSTRUTTIVE ormai superate;

-       VECCHI SISTEMI d’impermeabilizzazione;

-       CORROSIONI dovute alla prolungata esposizione ad agenti atmosferici;

-       SOLLECITAZIONI dinamiche e fisiche delle strutture che creano infiltrazioni e conseguenti formazioni di muffe e umidità.

 

POLIUREA: applicazioni

I primi prodotti furono realizzati e commercializzati alla fine degli anni ottanta negli Stati Uniti, da dove si diffusero rapidamente nel resto del mondo, soprattutto in Asia.

In Europa inizialmente la POLIUREA trovò un grande sviluppo, come strato protettivo nell’isolamento dei tetti, della schiuma poliuretanica. Col passare degli anni le POTENZIALITA’ del prodotto si sono manifestate a pieno nell’ambito di altri settori come:

  • incapsulamento dell’amianto
  • impermeabilizzazione di grandi superfici
  • trattamento del polistirolo
  • scenografie
  • parcheggi
  • trattamento anticorrosivo delle strutture in acciaio
  • piscine
  • trattamento vasche contenimento liquidi reflui
  • giunti dei grandi ponti e viadotti   
  • Approfondimento settori di applicazione

 

POLIUREA: tecnologia e chimica

Tecnologia: La tecnologia della Poliurea è basata sulla chimica di reazione dei sistemi bi componenti applicati a spruzzo, attraverso l’impiego di pompe bi-mixer utilizzate nel settore dei rivestimenti e delle impermeabilizzazioni. (Approfondimento macchine per la Poliurea).

Chimica: La POLIUREA è un elastomero ottenuto da una reazione chimica di due componenti: un isocianato alifatico o aromatico o di un prepolimero isocianico con una ammina polifunzionale o miscele di ammine, in un rapporto di miscelazione in volume generalmente di 1/1. (Approfondimento Manuale PDI).

 

FORMAZIONE e CONSULENZA

Il settore della POLIUREA non può essere affrontato senza un’opportuna formazione teorica e pratica. LE SAS grazie ad anni di attività ed esperienze sul campo del suo personale altamente qualificato è in grado di accompagnarti in questo percorso che ti porterà ad acquisire tutte le conoscenze indispensabili per sviluppare la tua attività. (Contatto diretto con l'Azienda)