La poliurea - Le Sas

È ideale per le impermeabilizzazioni di ponti, parcheggi, terrazzi, piscine, straordinaria per la sua capacità di assorbire le sollecitazioni e la rapidità di indurimento: è la poliurea, tecnologia che ha un posto di rilievo tra i prodotti impiegati in ambito edile e industriale per l’esecuzione di lavori di diversa natura.  

La poliurea vanta caratteristiche avanzate, con potenzialità eccezionali in molti campi di applicazione. Tuttavia, la scarsa conoscenza in materia e a una preparazione poco adeguata all’uso delle macchine per applicarla potrebbe condizionarne le performance. 

Ai fini di un’esecuzione ottimale del lavoro, è fondamentale la formazione professionale sulle macchine per poliurea. Infatti, la piena padronanza dell’impianto e una conoscenza adeguata del materiale garantiscono a chi dovrà eseguire il lavoro di fare innanzitutto la scelta migliore, quindi, in base alle condizioni di lavoro, al tipo di trattamento e al risultato desiderato, di optare per la tecnologia più adatta alle proprie esigenze.

Le potenzialità della poliurea sono ormai riconosciute per le impermeabilizzazioni, ma le sue caratteristiche risultano eccellenti anche in altri ambiti, da quello dell’automotive fino alla realizzazione di scenografie e arredi.

Ma, cos’è la poliurea?

Cos'è la poliurea - Le Sas

La poliurea è un elastomero basato sulla chimica di reazione; si ottiene per poliaddizione di un isocianato alifatico o aromatico e di un prepolimero isocianico con un’ammina polifunzionale. È un sistema che non ha bisogno di catalizzatore, diversamente dai poliuretani, nei quali la reazione avviene tra isocianato e composti a terminazione idrossile che fungono, appunto, da catalizzatori. 

Nel nostro ambito di competenza ci riferiamo alla poliurea a spruzzo che, rispetto a quella pura e all’ibrida, vanta una concentrazione di ammine del 100%, valore che conferisce al materiale qualità utili nelle realizzazioni di moltissimi lavori. 

In particolare la spruzzatura consente di raggiungere facilmente qualsiasi punto della superficie da trattare e di ottenere un rivestimento continuo e senza giunzioni. Applicata, la poliurea forma una pellicola di circa 2 mm che si distingue per la particolare elasticità e capacità di resistere nel tempo.

Conoscere la poliurea per sceglierla

Tra i vantaggi più significativi della poliurea vi è l’estrema rapidità con cui solidifica, principale differenza con il poliuretano e le schiume

Nella poliurea, infatti, la reticolazione è talmente veloce che il materiale risulta insensibile alle condizioni atmosferiche, in particolare all’umidità e all’acqua, per cui si rivela preziosa in tutti i casi in cui è necessario un indurimento inferiore addirittura a 10 secondi

Va ribadita l’importanza di conoscere bene il materiale. Se, ad esempio, un’applicazione richiede un tempo di reazione più lungo, potrebbe risultare più appropriato l’uso di poliuretano che dà la possibilità di dosare il catalizzatore controllando il tempo di reticolazione. 

Attenzione, dunque, a scegliere il materiale giusto in base alla lavorazione ma anche alle condizioni esterne che potrebbero condizionarne la resa; ogni caso va valutato in maniera a sé stante optando per risposte misurate alle esigenze specifiche. La poliurea è la tecnologia migliore sempre in funzione della destinazione d’uso e delle condizioni di lavoro.

Fin da subito questa tecnologia si è rivelata estremamente performante rispetto ad altri materiali, specie in ambito di isolamento termico; ottenere un risultato eccellente grazie alle sue qualità si può, se coesistono professionalità e conoscenza della materia. 

I vantaggi della poliurea

I primi impieghi della poliurea risalgono agli inizi degli anni ’80, quando grazie all’elevata resistenza agli urti, viene applicata sui cruscotti delle automobili. Alla fine del decennio compare sul mercato la prima poliurea spruzzabile tramite macchine più accessibili dal punto di vista economico e portatili, molto utili sia per la praticità che per la semplificazione del lavoro da svolgere. 

Molte aziende e professionisti del settore hanno compreso subito i vantaggi della poliurea a spruzzo, preferendola ai materiali più tradizionali per le sue qualità, prima tra tutte la presa veloce. 

Le principali caratteristiche della poliurea sono: 

  • asciugatura e indurimento rapidi, in genere in 6 secondi: questa qualità favorisce l’impiego della poliurea soprattutto nei lavori di isolamento termico degli edifici, poiché il materiale può essere applicato velocemente su aree molto grandi senza creare disagi a chi abita gli stabili; inoltre è calpestabile dopo appena 60 secondi e carrabile dopo qualche minuto;
  • resistenza chimica e meccanica elevata: la poliurea resiste all’abrasione, all’invecchiamento, alle sollecitazioni meccaniche, al punzonamento, all’idrolisi;
  • resistenza alle alte temperature e a shock termici;
  • impermeabilità: grazie all’ottima adesione della poliurea al supporto, in caso di danneggiamenti, l’acqua non passa sotto l’impermeabilizzazione;
  • deformabilità altissima, dal 400 al 600%;
  • continuità delle superfici trattate: con l’applicazione di poliurea a spruzzo il risultato ottenuto è una membrana perfettamente omogenea, senza rialzi, giunzioni né saldature;
  • applicabilità su moltissimi supporti e anche su superfici verticali.

Poliurea a freddo o poliurea a caldo?

La spruzzatura della poliurea avviene a caldo tramite macchine professionali che, sostanzialmente, trasformano il materiale in vapore ad alta temperatura, pronto per essere applicato alle superfici da trattare. 

È un materiale diverso dalla poliurea a freddo e non va confuso con essa. Quella a freddo, infatti, si applica direttamente con un rullo o un pennello ed è impiegata, generalmente, nel fai da te; è un materiale con prestazioni diverse poiché non destinata a un uso professionale e indicata solo per il trattamento di piccole superfici.

Quando parliamo di poliurea a spruzzo, quindi, intendiamo la poliurea a caldo, utilizzata solo da professionisti del settore attraverso macchine specifiche.

Impermeabilizzazione con poliurea: casi d’uso

Con la spruzzatura di poliurea si ottiene uno strato continuo che può rivestire anche le superfici più complesse.

La poliurea è adatta a piscine, tetti, coperture, terrazzi, parcheggi, ponti, scale, sia per nuove guaine che per il rifacimento di quelle danneggiate. È rilevante, infatti, l’importanza di poter applicare questa tecnologia anche su vecchie guaine senza doverle rimuovere.  

Negli ultimi anni l’impiego della poliurea sta avendo maggior successo nelle impermeabilizzazioni, per le quali è ormai notevole la differenza di prestazioni rispetto ad altri materiali. 

L’impermeabilizzazione avviene tramite macchine per spruzzare poliurea ad elevate prestazioni, impianti bimixer con diverse alimentazioni e capacità di copertura. La Graco Reactor 2 E-XP2, ad esempio, consente applicazioni fino a 900 mq giornalieri con massima precisione grazie ai controlli del sistema con procedure di diagnostica, spegnimento automatico e rapporto dati.  

Con la Reactor 2 E-XP2 è stata eseguita l’impermeabilizzazione di un tetto di un asilo di ben 230 mq in meno di due giorni tra spruzzatura di poliurea e preparazione sul campo.

Altro esempio virtuoso di impermeabilizzazione con poliurea è quello di un ponte ferroviario, rivestito con uno strato di materiale pari a 6000 mq, utilizzando 24000 kg di poliurea. Tutto è avvenuto in tempi rapidi e senza difficoltà, grazie all’uso dell’impianto Graco Reactor E-XP2l e con il supporto tecnico di un nostro professionista, sul campo per tutta la durata dei lavori.

 

Applicazione di poliurea sul cordolo autostradale con scopo anticorrosivo

 

Per approfondire le impermeabilizzazioni e gli altri lavori eseguiti grazie alle macchine, formazione e assistenza Le Sas, visita la pagina dedicata alle realizzazioni.

Lavorare con la poliurea

La prospettiva di chi sceglie la poliurea è quella di eseguire il proprio lavoro nel migliore dei modi. È possibile sia per realtà specializzate che conoscono bene la materia, sia per quelle meno esperte, che hanno voglia e necessità di migliorarsi (per approfondire, leggi Poliurea e schiume poliuretaniche: da dove iniziare?).

Ci occupiamo, infatti, non solo di vendita e noleggio delle macchine per poliurea, ma anche di assistenza e formazione degli operatori; vuol dire che offriamo un percorso completo alle aziende misurato sulle necessità di ognuna e, in ogni caso, incentrato sull’obiettivo comune di raggiungere risultati eccellenti e, al tempo stesso, preservare gli standard elevati della poliurea.

Le Sas fa parte del Comitato Tecnico Italiano della PDAE, che avvalora il nostro impegno nel far comprendere i vantaggi della poliurea e implementare un uso sicuro e adeguato delle macchine per applicarla.

Per lavorare al meglio con la poliurea, contattaci: troveremo la migliore soluzione per te.